rainaldi

© Ottavio Celestino

"Noi non siamo che scherzi di luce"
Medardo Rosso

rainaldi2
Le seduzione del monocromo. Riflessioni contemporanee su Mattia Preti

28 Novembre – 30 Dicembre 2013 - Vertigo Centro Internazionale di ricerca per la Cultura e le Arti Visive Contemporanee, Cosenza

Aquae, La Biennale di Venezia, 55. Esposizione Internazionale d'Arte, Eventi Collaterali

29 maggio - 24 novembre 2013 - VIU University, Isola di San Servolo

Opere della collezione permanente

12 ottobre 2013 - 12 gennaio 2014 - CAMUSAC, Cassino Museo Arte Contemporanea - a cura di Bruno Corà

Antigone

16 Aprile 2013 - Ex Sala Capitolare, Avvocatura dello Stato - Roma

Oliviero Rainaldi, Works 2003 - 2013

20 Novembre 2013 - 16 Febbraio 2014 - Partners & Mucciaccia, Singapore

rainaldibio

© Manuela Giusto

Oliviero Rainaldi


Oliviero Rainaldi vive e lavora a Roma. Nasce a Caramanico Terme nel 1956, studia presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia con Emilio Vedova, si diploma poi all’Accademia di Belle Arti dell’Aquila con Fabio Mauri. Tra il 1998-1999 approfondisce il suo personale interesse per il rapporto tra Arte e Liturgia seguendo il biennio di studi presso l’Istituto Teologico Sant’Anselmo e il triennio di Teologia per laici a Roma. Fin dagli esordi nel 1976, l’opera di Rainaldi è incentrata sulla figura umana, analizzata attraverso i diversi linguaggi del disegno e della grafica, della pittura e della scultura. Dopo avere iniziato con composizioni di carattere velatamente narrativo, attorno agli anni '90 passa alla rappresentazione di figure isolate, fissate attraverso un segno lineare nella loro essenzialità ideale, in cui corpi e frammenti di corpi manifestano sottili e sotterranei congiungimenti con le culture arcaiche e medievali. Come nei cicli di opere Gisant (1990), Battesimi Umani (1992), Caduti (1993), o più di recente Santo (2000), Conversazioni (2001) e Vergini (2006). A Roma nel 2007, presso le Sale del Mappamondo e dell’Appartamento Barbo di Palazzo Venezia realizza una imponente mostra, comprensiva di lavori eseguiti tra il 1988 e il 2006. Nel 2010, sempre a Roma, inaugura La Natura delle Cose, una esposizione composta di sculture con acqua presso i giardini di Villa Aldobrandini. Nel 2011 la stessa mostra è stata trasferita presso il Museo Nazionale di Villa Pisani (VE). Importanti personali inoltre, gli sono state dedicate dalla Fondazione Staurós Italiana a San Gabriele (TE) (1999) e dalla Galleria d’Arte Moderna di Bologna (2003). Dal 2000 Rainaldi lavora a varie commissioni ecclesiastiche realizzando gli arredi liturgici di Chiese a Roma, Terni, Prato e Varsavia; è stato insignito, durante il Giubileo del 2000, da Papa Giovanni Paolo II del titolo di Accademico della Pontificia Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi del Pantheon. Dal 2007 al 2010 realizza vari premi-sculture su commissione dedicate ai temi della pace, dei diritti dell’uomo e della cultura: premio Alberto Sordi (dal 2009 al 2012); premio per la pace San Francesco d'Assisi, Comunità S. Egidio, Roma / Assisi (dal 2006 al 2008); premio San Valentino per l'impegno per la pace, Robert F. Kennedy Foundation of Europe (2008); 8o World Summit of Nobel Peace Laureates, Campidoglio, Roma (2007); premio La Scienza per l'Uomo, Università Campus Biomedico, Roma (2007); premio Anima, Unione degli Industriali e delle imprese, Roma (2010); Nel 2010 gli è stato consegnato in Campidoglio a Roma il premio Personalità Europea. Il suo lavoro è stato presentato in rassegne d’arte e spazi museali in Italia ed all’estero, tra i quali: GAM, Roma (1990); Otis Parson, Los Angeles (1991); Schirn Kunstalle, Francoforte (1993); Polk Museum, Florida (1996); Museum Beelden Aan Zee, Scheveningen (2000); Museum of Modern Art Rupertinum, Salisburgo (2000); Museum National Jakarta, Indonesia (2001); Mücsarnok Kunstalle Budapest (2002); Tokyo Design Genter, Gotanda (2004); Museo Bizantino e Cristiano, Atene (2006); Frederik Meijer Gardens & Sculpture Park di Grand Rapids, Michigan (2006); MASP - Museo d'Arte di San Paolo, São Paulo (2008); Museo Nazionale delle Belle Arti, Buenos Aires (2008); Museo José Luis Cuevas, Città del Mexico (2009); Expò, Shanghai (2010); Blickachsen 8, Bad Homburg e Francoforte (2011); Sue opere sono inoltre presenti in importanti istituzioni pubbliche nazionali ed internazionali: Battesimi Umani, sede del Premio Nobel, Palazzo Municipale, Stoccolma (1995); Battesimi Umani, Palazzo dell’ONU, Ginevra (1998); Engagement, MACRO, Roma (2000); La déjeuner sur le blanc, MAMbo, Bologna (2003); Collezione del Ministero degli Affari Esteri, Roma; Conversazioni, Piazza del Cinquecento, Roma (2011-2012); Santo, Pontificio Consiglio per la Cultura, Città del Vaticano (2012); Antigone, Avvocatura dello Stato, Roma;

Video